Wojciech Wiewiórowski è il nuovo garante europeo della Data Protection

Le sue prime parole: “Con la nuova legislazione Ue sulla protezione dei dati attualmente in atto, la nostra attenzione deve rivolgersi per garantire che queste regole siano applicate”.

Da oggi Wojciech Wiewiórowski assume il ruolo di Garante europeo della protezione dei dati (GEPD). La sua nomina è stata confermata ieri dal Consiglio Ue. “Sono lieto di essere stato selezionato” per tale incarico e “non vedo l’ora di continuare il mio lavoro con il team di persone di talento che costituisce questa piccola ma incredibilmente importante istituzione”, ha detto Wiewiorowski. “Con la nuova legislazione Ue sulla protezione dei dati attualmente in atto”, ha aggiunto, “la nostra attenzione deve rivolgersi per garantire che queste regole siano applicate in modo equo e che gli europei abbiano il controllo dei propri dati”.

La nomina è stata confermata da una decisione congiunta del Parlamento europeo e del Consiglio, a seguito di un rigoroso processo di selezione. Personaggio rispettato nel campo della protezione dei dati, Wiewiorowski ha precedentemente ricoperto l’incarico di Ispettore generale dell’Autorità polacca per la protezione dei dati (GIODO) e di Vicepresidente del gruppo di lavoro Articolo 29, prima di assumere la carica di Assistente del GEPD nel dicembre 2014, sotto il precedente garante Buttarelli.

Il suo mandato durerà fino al 2024. La prima priorità sarà tuttavia definire una strategia per il suo mandato, che sarà pubblicata entro i primi 100 giorni di lavoro, ossia nel marzo 2020.

Il Garante europeo della protezione dei dati è l’autorità indipendente dell’UE preposta alla protezione dei dati. I suoi compiti principali sono garantire la protezione dei dati personali quando le istituzioni dell’UE procedono al trattamento delle informazioni personali dei singoli e fornire loro consulenza in merito a tutte le questioni connesse al trattamento di tali dati. Il GEPD collabora inoltre con le autorità di controllo nazionali e altri organi di controllo per migliorare la coerenza nella protezione delle informazioni personali.

Fonte: Key4biz | di Luigi Garofalo

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL