Violazioni GDPR: Italia prima per numero di sanzioni comminate

Da gennaio ad agosto 2020, in Europa sono state elevate multe in 17 Stati diversi per un totale di 60,2 milioni di euro, con un valore medio che oscilla clamorosamente a seconda della nazione.

Il Gdpr, ovvero il Regolamento generale per la protezione dei dati, è entrato in vigore in Italia a pieno titolo il 25 maggio 2018, affermando la leadership dell’Europa a livello mondiale in fatto di privacy e gestione del dato affrontando in maniera molto ampia il complessissimo tema del “petrolio” dell’era dell’informazione: i dati degli utenti. Questa innovazione giuridica, però, mancò di entusiasmare le aziende europee perché oltre a tutti i benefici per i cittadini, nel testo si trovavano le indicazioni per comminare multe che potevano arrivare al 4% del fatturato annuale dell’azienda inadempiente.

Lo spauracchio non bastò a scongiurare uno scenario a macchia di leopardo: nel 2018, molte aziende avevano iniziato un percorso verso la regolarizzazione, altre pensavano, spesso a torto, d’averlo già completato e tantissime non erano neanche entrate nella fase iniziale di conformità.

Continua a leggere qui. 

Fonte: ilsole24ore.com | di Giancarlo Calzetta

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL