Trump inasprisce i controlli sui social per i visti USA

Per chiedere un visto negli USA ci verranno richiesti i dettagli dei nostri social media. L’amministrazione di Trump ha approvato nuove norme che integrano la richiesta dei dettagli sulla presenza online nel processo di richiesta di visto per gli Stati Uniti.
Attraverso il nuovo questionario, approvato dall’Amministrazione, i funzionari consolari potranno richiedere dati relativi ai social media di chi applica per un visto fino a cinque anni precedenti la richiesta.

Inoltre, le nuove norme prevedono che le autorità facciano richiesta anche di indirizzi e-mail, numeri telefonici e 15 anni di informazioni biografiche.

Lo screening non riguarderà tutti i passeggeri, ma verrà somministrato quando è necessario un “più rigoroso controllo per ragioni di sicurezza nazionale”, ha riferito un funzionario del Dipartimento di Stato all’agenzia Reuters.

Secondo le stime, il Dipartimento di Stato prevede che circa lo 0,5% dei richiedenti sarà sottoposto al questionario approfondito.

Per il momento la scelta di fornire o meno le informazioni è volontaria, anche se il questionario informa i candidati che “gli individui che […] non forniscono tutte le informazioni richieste possono vedersi negato il visto”.

Leggi l’articolo originale US can ask visa applicants for social media history

Fonte: BBC | di Tech desk

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL