Spotify ci registrerà per tracciare i nostri gusti musicali

Brevetto della piattaforma di streaming musicale consente di registrare i rumori di sottofondo che produciamo mentre ascoltiamo i suoi brani.

Il colosso dello streaming Spotify ha ottenuto un brevetto per ascoltarci e identificare il nostro rumore. Sarà la fine della nostra privacy?

Il colosso svedese Spotify ha appena ottenuto un brevetto per la creazione di un software che traccerà il nostro umore. Il software catturerà i nostri suoni attraverso il dispositivo in uso e traccerà le nostre emozioni, per fornirci un servizio più personalizzato.

Lo scopo sarebbe, dunque, quello di affinare l’algoritmo per selezionare meglio le tracce e gli artisti da suggerire.

Leggi l’articolo completo.

Fonte: Sicurezza.net | di Alessia Gaglianese

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL