Sistemi di sorveglianza in Grecia, diritti a rischio

Una commissione del Parlamento europeo che indaga sull’uso di spyware da parte dei governi dell’UE, ha criticato il governo greco in merito alla sorveglianza di giornalisti indipendenti e di un leader dell’opposizione.

“Abbiamo sentito notizie preoccupanti di giornalisti che non si sentono al sicuro quando scrivono di argomenti importanti, di autorità per la protezione dei dati che dovrebbero essere indipendenti ma vengono messe sotto pressione e di sicurezza nazionale usata come universale giustificazione per la sorveglianza e l’abuso di spyware”, ha dichiarato la relatrice della commissione e parlamentare europea Sophie in ‘t Veld al termine di una visita ad Atene la scorsa settimana.

La sorveglianza dei giornalisti da parte dello stato solleva gravi problemi di privacy e di libertà di espressione. Inoltre, interferisce con la libertà dei media e viola la riservatezza delle fonti giornalistiche, tutelata…

Leggi l’articolo completo (in inglese).

Fonte: Human Rights Watch | di Eva Cossé

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL