Siae, cyberattacco iniziato come phishing. Data breach di 28mila file (anche brani inediti)

Il direttore generale di SIAE Gaetano Blandini: ‘Non daremo seguito alla richiesta di riscatto” pari a 3 milioni in bitcoin’.

Un data breach con 28mila file contenenti i dati sensibili degli iscritti a SIAE. Questo il risultato dell’attacco informatico sferrato nei confronti di database della società che gestisce i diritti di artisti del mondo dello spettacolo e della cultura, da quelli discografici a quelli televisivi ed editoriali.

È iniziato tutto con il phishing

Hanno cominciato una settimana fa”, ha spiegato il direttore generale di SIAE Gaetano Blandini , “con il phishing

Leggi l’articolo completo.

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL