Scoperto brevetto di Facebook per accedere segretamente alla webcam

Facebook sta segretamente valutando una nuova tecnologia che permette di accedere alla webcam e alle fotocamere presenti sugli smartphone degli utenti. A suggerirlo è un brevetto presentato tre anni fa ma reso pubblico recentemente.

Il documento spiega come l’azienda utilizzerà la tecnologia per valutare come cambiano le espressioni facciali quando vengono visualizzati diversi tipi di contenuti sulla piattaforma.

L’obiettivo è comprendere le emozioni degli utenti e utilizzare le informazioni per “agganciare” gli utenti stessi al sito per più tempo possibile.

Un sorriso mentre si guardano delle immagini di amici, ad esempio, suggerirebbe all’algoritmo di Facebook di “prendere nota” di quell’informazione per far apparire più immagini di quell’amico nel feed di notizie.

Un altro esempio incluso nella domanda di brevetto spiega, ancora, che se l’utente gira lo sguardo di fronte al classico video di gattini, Facebook smette di mostrare video simili nel suo feed.

Il documento solleva più preoccupazione soprattutto dopo che si era scoperto che l’azienda di Melo Park, nel 2014, aveva manipolato segretamente centinaia di migliaia di feed di notizie degli utenti per un esperimento sulle emozioni delle persone.

Leggi l’articolo originale Facebook could secretly watch users through webcams, patent reveals

Fonte: The Independent | di Aatif Sulleyman

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL