Regno Unito, due scuole sperimentano l’uso delle body cam sugli insegnanti

Due scuole secondarie del Regno Unito offrono la possibilità agli insegnanti di indossare telecamere per risolvere problemi disciplinari.

La tecnologia delle body cam viene spesso utilizzata dalla polizia ed è stata implementata nelle scuole degli Stati Uniti dal 2015. Nel Regno Unito, da qualche settimana, fa discutere l’iniziativa lanciata da due scuole secondarie, il cui nome viene tenuto segreto per evitare interferenze con l’esperimento, che permettere agli insegnanti di indossare body cam quando lo reputano necessario.

Tom Ellis, preside presso The Criminal Justice Studies dell’Università di Portsmouth, ha dichiarato che nelle due scuole secondarie statali viene data a tutti gli insegnanti la possibilità di indossare, “quando si presentano problemi di disturbo”, telecamere per filmare quello che accade in classe.

L’ex ricercatore del Ministero ha detto che il progetto pilota, iniziato già da qualche settimana, durerà tre mesi e prevede l’archiviazione dei filmati su una piattaforma cloud come quelle usate dalle forze di polizia. A quanto pare i genitori sono stati prontamente informati e sostengono l’iniziativa, anche perché, come dichiara Ellis “Le telecamere non sono azionate sempre, ma solo quando si presenta una minaccia reale verso il personale docente o verso gli alunni. Non è quindi paragonabile ad una telecamera di sorveglianza.”

Non approva l’iniziativa Daniel Nesbitt, direttore di ricerca del Big Brother Watch, secondo il quale le scuole dovrebbero stare attente ad utilizzare la tecnologia in questo modo, perché spingono gli insegnanti a comportarsi da spioni. E aggiunge “I genitori e gli alunni devono essere pienamente informati sulla procedura per avere l’opportunità di sollevare eventuali preoccupazioni”.

Leggi l’articolo originale Two UK schools trial use of police-style bodycams for teachers

Fonte: The Guardian | di Peter J Walker

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL