Perché i big del tech non vogliono la nuova legge sulla privacy in California

Il provvedimento se approvato consentirà ai cittadini di sapere quali dati personali sono in mano ai big della Silicon Valley.

Nell’ultimo mese più di 50 Ceo di grandi aziende americane, compreso Jeff Bezos di Amazon, hanno firmato una lettera aperta per chiedere ai legislatori americani di approvare una legge federale sulla privacy. Una richiesta simile è arrivata anche dall’Internet Association, un gruppo di lobbying fondato nel 2012 che fa gli interessi di aziende come Dropbox e Facebook.

Il presidente di questo gruppo, Michael Beckerman, sostiene che sia un diritto degli americani sapere come avviene la raccolta dei loro dati personali, e che questo è il momento giusto per pensare a un provvedimento in materia, visto il grande consenso bipartisan sul tema.

Gli analisti sospettano però che la battaglia dalla Silicon Valley nasconda un obiettivo molto meno nobile: quello di affossare un’altra legge sulla privacy che potrebbe potenzialmente mettere a rischio il modello di business sul quale si basano i ricavi milionari di queste compagnie….

Fonte Wired.it. Leggi l’articolo completo.

Fonte: Wired.it | di Giulia Giacobini

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL