Passaporto vaccinale, per il Garante è illegittimo senza una legge nazionale

Per il Garante  il trattamento dei dati relativi allo stato vaccinale dei cittadini a fini di accesso a determinati locali o di fruizione di determinati servizi va normato per legge.

Con l’arrivo dei vaccini anti-Covid-19 si discute dell’opportunità di iniziare a implementare soluzioni, anche digitali (es. app), per rispondere all’esigenza di rendere l’informazione sull’essersi o meno vaccinati come condizione per l’accesso a determinati locali o per la fruizione di taluni servizi (es. aeroporti, hotel, stazioni, palestre ecc.). A questo proposito, “nel caso si intenda far ricorso alle predette soluzioni”, il Garante per la privacy richiama l’attenzione dei decisori pubblici e degli operatori privati italiani “sull’obbligo di rispettare la disciplina in materia di protezione dei dati personali”….

Leggi l’articolo completo.

Fonte: Adnkronos

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL