Onu: governi usano “carta della paura” per spiare online

La CIA non è l’unica agenzia governativa che potrebbe essere in ascolto. I governi di tutto il mondo stanno giocando la “carta della paura” con i loro cittadini, promuovendo leggi che favoriscono una sorveglianza “estremamente intrusiva” che minaccia gravemente la privacy.

Questo è il verdetto del Relatore Speciale delle Nazioni Unite sul Diritto alla Privacy, Joseph Cannataci, che ha pubblicato un rapporto sulla minaccia incarnata dalla sorveglianza nell’era digitale.

Secondo Cannataci, è in atto una chiara manovra da parte di prominenti leader mondiali che cercano sfruttare le minacce alla sicurezza globale per favorire leggi sulla sorveglianza che “legittimano pratiche che non dovrebbero mai essere attuate”.

Il rapporto giunge proprio nel momento in cui in tutto il mondo si discutono i rischi per la privacy messi in luce dalle ultime rivelazioni del sito WikiLeaks in merito alle tecniche di hacking utilizzate dalla CIA.

Leggi l’articolo originale Playing the ‘fear card’: UN privacy expert slams online spying

 

Fonte: Cnet | di Claire Reilly

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL