Modalità incognito Chrome, dirigenti erano a conoscenza della sua inutilità?

In California si sta valutando una class action contro Google intentata da utenti, i quali sostengono che l’azienda fosse a conoscenza della scarsa utilità della funzionalità di navigazione in incognito del browser “Chrome”.

Un giudice federale in California sta valutando l’OK a una class action contro Google, intentata da utenti secondo i quali l’azienda era perfettamente a conoscenza della poca utilità della funzionalità di navigazione in incognito del browser Chrome. L’azione legale è stata intentata presso la Corte Distrettuale Settentrionale della California, presentata da cinque utenti più di due anni addietro, i quali ora attendono il placet per poter avviare due class action.

Il primo problema riguarda gli utenti di Chrome con un account Google che accedevano in “modalità incognito” a siti non di Google con sistemi di tracking e codice per l’advertising; il secondo problema riguarda gli utenti di altri browser che accedevano a siti non di Google e che erano tracciati…

Leggi l’articolo completo.

Fonte: Macitynet | di Mauro Notarianni

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL