L’annuncio di Facebook preoccupa l’Europa

Dopo la sentenza del luglio scorso nella quale la Corte di Giustizia UE aveva di fatto dichiarato invalido l’accordo per il trasferimento di dati dall’UE agli USA, il social network annuncia che potrebbe ritirarsi dal mercato europeo.

Facebook potrebbe bloccare le piattaforme di sua proprietà nei Paesi Ue in quanto gli è stato imposto di non trasferire i dati verso gli USA. A seguito dello scandalo Datagate il tema della protezione dei dati è diventato ancora più importante. Molte nazioni come la Russia, ad esempio, pretendono che le aziende del web conservino i dati dei propri cittadini in server posizionati all’interno dei rispettivi confini. A luglio la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha imposto a Facebook il diniego a trasferire i dati degli utenti del Vecchio Continente negli Stati Uniti e l’Irlanda, Paese in cui il colosso di Menlo Park ha la sua sede legale e server europei, ha quindi adottato un nuovo Data Protection Commission (DPC) .

Continua a leggere qui

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL