La protezione dei dati personali e il regolamento europeo. Focus su PA e imprese. Convegno a Viterbo

La protezione dei dati personali sta diventando uno dei temi più sfidanti delle applicazioni tecnologiche per PA, imprese e cittadini. Come adempiere e come proteggere con efficacia l’immensa mole di dati degli italiani? Come PA, aziende e professionisti dovranno applicare il Regolamento europeo per la protezione dei dati personali?

Venerdì 29 settembre 2017, ore 15, Sala Conferenze di  Palazzo Gentili (Viterbo, Via A.Saffi 49)

Convegno a Viterbo sul nuovo Regolamento europeo per la protezione dei dati personali, una scadenza importante su cui si stanno mobilitando pubbliche amministrazioni, imprese e professionisti. La giornata di studio è promossa da Assotuscania con il patrocinio della Provincia di Viterbo e la collaborazione della Scuola Nazionale di Amministrazione Digitale, Università degli studi di Roma, Unitelma Sapienza (Snad), dell’Andig (Associazione nazionale docenti di informatica giuridica e diritto dell’informatica) e da Privacy Italia.
L’evento si terrà venerdì 29 settembre a Viterbo, presso la Sala Conferenze di Palazzo Gentili, Via A. Saffi 49, alle ore 15,00

Come è noto, il 25 maggio 2018 entrerà definitivamente in vigore il regolamento UE 679/2016 sulla protezione dei dati personali (GDPR, General Data Protection Regulation). Gli obiettivi principali del GDPR sono quelli di restituire ai cittadini il controllo dei propri dati personali e di semplificare il contesto normativo, unificando le diverse discipline entro l’UE. Ma gli adempimenti organizzativi, tecnici e di sicurezza sono particolarmente rilevanti e richiedono una lunga serie di attività da avviare che implicano tempi lunghi. I principi di base sono: la progettazione del sistema di protezione; la gestione dei rischi; la formazione sulle novità del Regolamento. In particolare, tutti i soggetti pubblici e gran parte dei privati devono nominare il Responsabile della Protezione dei Dati (Data Protection Officer) che ha compiti specifici definiti dallo stesso Regolamento e devono affrontare con consapevolezza e urgenza l’adeguamento alla nuova normativa: non ultimo per evitare le pesanti sanzioni previste.
La giornata di studio di Viterbo illustrerà le novità, le problematiche e le soluzioni per attuare il Regolamento UE sulla protezione dei dati e proporrà una linea guida per l’applicazione concreta, al servizio dei cittadini, delle istituzioni e delle organizzazioni in genere.
L’evento è destinato a tutti coloro che nelle istituzioni e negli enti pubblici così come nelle organizzazioni private svolgono un ruolo che li coinvolge nel trattamento dei dati personali.
In particolare: Titolari e responsabili del trattamento dei dati; Dirigenti delle Pubbliche amministrazioni; Responsabili della sicurezza informatica; Responsabili delle banche dati di imprese; Liberi professionisti; Direttori ASL; Dirigenti sanitari; Responsabili di laboratori di analisi cliniche, ecc.

AGENDA
Indirizzi di saluto

  • Pietro Nocchi, Presidente della Provincia di Viterbo
  • Maria Rita Fiasco, Presidente di Assotuscania

Relazioni

  • Donato A. Limone, Direttore della Scuola nazionale di amministrazione digitale, Unitelma Sapienza
    Il nuovo regolamento UE per la protezione dei dati personali (Reg. 679/2016)
  • Gianluigi Ciacci, Avvocato, professore di diritto dell’informatica, Luiss, Roma, associato Andig
    Il responsabile della protezione dei dati personali: una figura strategica per le PA, la sanità ed il settore privato
  • Raffaele Barberio, Presidente Privacy Italia
    I Big Data, la protezione dei dati e il ruolo del Garante della Privacy

È possibile registrarsi compilando il form presente sul sito di Unitelma Sapienza
https://info.unitelmasapienza.it/it/la-protezione-dei-dati-personali

Sarà rilasciato un attestato di partecipazione ai partecipanti che ne faranno richiesta.

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL