La privacy come i cambiamenti climatici?

La privacy alla stregua della bomba climatica, ma le persone non si appassionano alla difesa della loro riservatezza come fanno invece, tardivamente, per l’ambiente. 

Se Jonathan Safran Foer nel suo libro “Possiamo salvare il mondo prima di cena” invece di parlare della catastrofe climatica, trattasse delle minacce che insidiano le nostre democrazie nell’attuale società digitale dell’informazione, credo direbbe che la privacy e i rischi di una società della sorveglianza di massa e del controllo non sono una buona storia da raccontare.

La narrazione delle peggiori violazioni della nostra riservatezza e delle intollerabili intrusioni nella nostra vita privata ad opera dei Governi o delle grandi multinazionali tecnologiche – quelle raccontate da Snowden per intenderci o quelle che rivelano la costante e progressiva manipolazione algoritmica delle nostr…

 

Leggi l’articolo completo.

Fonte: Il Post | di Carlo Blengino

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL