ll Garante ha deciso: l’Associazione Rousseau dovrà consegnare i dati al M5s entro 5 giorni

Il Movimento ha il diritto di disporne in quanto titolare del loro trattamento.

Lo scontro tra i parlamentari del Movimento 5 Stelle e l’Associazione Rousseau riguardava i dati degli iscritti alla piattaforma di voto. Il 13 maggio scorso Vito Crimi aveva diffidato Davide Casaleggio, sostenendo che Rousseau teneva «sotto sequestro» i dati, ma quest’ultimo non voleva lasciare in alcun modo la presa. Oggi, 1 giugno 2021, il Garante della Privacy si è espresso a favore del Movimento e obbliga l’Associazione a consegnare i dati entro 5 giorni:

Il Movimento, in quanto titolare del trattamento dei dati degli iscritti, ha “diritto di disporne” e di “poterli utilizzare per i suoi fini istituzionali”. Lo ha stabilito il Garante per la protezione dei dati personali. L’Associazione Rousseau “dovrà quindi consegnare Movimento5S, entro 5 giorni, i dati degli iscritti di cui l’Associazione risulti responsabile. Potrà invece continuare a utilizzare i dati di quegli iscritti rispetto ai quali sia anche titolare del trattamento”.

Dalla documentazione acquisita dall’Autorità, il Movimento 5S e l’Associazione Rousseau risultano essere, rispettivamente, titolare e responsabile del trattamento dei dati degli iscritti al Movimento. In base alla normativa sulla privacy, il responsabile, “su scelta del titolare del trattamento dei dati”, è tenuto a cancellare o restituire tutti i dati personali, “dopo che è terminata la prestazione dei servizi richiesti relativi al trattamento”. Questa disposizione, conclude il Garante, deve essere applicata in tutti i casi che regolano il rapporto titolare-responsabile.

Fonte: Open.online

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL