IoT, in Italia attacchi a dispositivi connessi +93% in sei mesi

Quasi raddoppiati in sei mesi nel nostro paese il numero di attacchi nel primo semestre del 2021 rispetto al secondo semestre del 2020. 

Nei primi sei mesi del 2021 a livello globale sono stati rilevati oltre 1,5 miliardi di attacchi indirizzati a dispositivi IoT (Internet of Things), che comprendono anche gli oggetti smart connessi che abbiamo in casa, come lavatrici o frigoriferi. Il numero è raddoppiato rispetto al semestre precedente.

Anche il numero di attacchi IoT provenienti dall’Italia ha subito una notevole crescita nell’ultimo periodo con un incremento del 93%. Sono i dati di Kaspersky, che ricorda come secondo gli analisti del settore ogni secondo vengono connessi a Internet 127 nuovi dispositivi. Dato il numero elevato, questi dispositivi attirano l’attenzione dei criminali informatici.

Nello specifico, nel primo semestre 2021 il numero totale di tentativi di infezione è arrivato a 1.515.714.259, mentre nei sei mesi precedenti ne sono stati registrati 639.155.942. Nella maggior parte dei casi, i tentativi di connessione hanno utilizzato il protocollo telnet (utilizzato per accedere ad un dispositivo e gestirlo da remoto). Riguardo l’Italia, nel secondo semestre del 2020, il numero di attacchi registrati ammontava a 1.892.200, mentre nel primo semestre del 2021 il dato è raddoppiato, raggiungendo i 3.650.500. Gli esperti di Kaspersky segnalano che i dispositivi infetti vengono spesso utilizzati per rubare dati personali, per il mining di criptovalute e per i più tradizionali attacchi DDoS, cioè L’interruzione di servizio per esempio ad un sito web.

“Da quando i dispositivi IoT, come smartwatch e accessori smart per la casa, sono diventati una parte essenziale della nostra vita quotidiana, i criminali informatici hanno spostato la loro attenzione in quest’area. Le persone credono di non essere abbastanza importanti per essere vittima di un hacker, ma nell’ultimo anno abbiamo potuto osservare un grande aumento degli attacchi verso i dispositivi IoT”, ha commentato Dan Demeter, security expert di Kaspersky.

Un’altra ricerca sempre di Kasperky, ha mostrato come nel 2020 il numero dei dispositivi Internet of Things (IoT) ha registrato una crescita attiva, con un deciso aumento del 23,1%. Da un recente sondaggio della società è emerso che il numero di attacchi mirati a violare i dispositivi connessi è raddoppiato rispetto allo scorso anno (passando dal 16,17% al 32,72%). Infine, la maggior parte degli utenti (89%) è preoccupata per la sicurezza dei propri dispositivi. Questa tendenza sottolinea la necessità di fornire una protezione completa da un’ampia gamma di minacce per questo tipo di ecosistemi.

Fonte: Ansa

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL