In Corea del Sud lotta al virus con il riconoscimento facciale

In barba ad ogni norma sulla privacy, la città di Bucheon avvierà un progetto pilota sul riconoscimento facciale per tracciare i contagi.

La Corea del Sud ha avuto sin dall’alba della pandemia un approccio molto rigido (e di successo) nel contenere le ondate di Covid-19. Ma come si bilanciano la sicurezza pubblica e il diritto alla riservatezza? Il punto di svolta è stato il focolaio di MERS nel 2015…

Leggi l’articolo completo.

Fonte: Ticinonline | di Simone Re

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL