Il Cnil mette sotto inchiesta la privacy di Clubhouse

La Francia vuole sapere come vengono trattati i dati dei cittadini dal social network statunitense. 

Clubhouse è esploso in tutto il mondo nell’ultimo paio di mesi e, a seconda dei paesi, sta incontrando una serie di problemi. Oggi tocca alla Francia, il cui CNIL – Commission nationale de l’informatique et des libertés -, l’autorità amministrativa indipendente del paese che assicura l’applicazione della legge sulla tutela dei dati personali, ha deciso di aprire un’indagine sul social degli audio. Il fulcro della questione è capire se Clubhouse Francia rispetta le norme europee sulla protezione dei dati. Qualora venisse fuori che Clubhouse non rispetta la legislazione la Francia prevede una punizione…

Leggi tutto l’articolo.

Fonte: Giornalettismo | di Ilaria Roncone

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL