Human Rights Watch denuncia: in Cina collezione dati vocali per database biometrico

Il governo cinese sta raccogliendo campioni di “pattern vocali” degli individui per creare un database biometrico nazionale del timbro vocale, ha rivelato Human Rights Watch.

Le autorità cinesi collaborano con iFlytek, un’azienda cinese che produce l’80% della tecnologia di riconoscimento vocale nel paese, per sviluppare un sistema di sorveglianza pilota che possa identificare automaticamente voci mirate nelle conversazioni telefoniche.

Human Rights Watch ha scritto a iFlytek il 2 agosto 2017, chiedendo spiegazioni sul suo rapporto di affari con il Ministero della Pubblica Sicurezza della Repubblica Popolare Cinese; secondo la descrizione sul sito web dell’azienda iFlytek avrebbe messo a disposizione delle autorità un sistema di riconoscimento e monitoraggio vocale automatico di massa e HRW è preoccupvata che l’azienda non abbia delle politiche chiare sui diritti umani . iFlytek non ha risposo alle richieste dell’organizzazione per i diritti umani.

 

Leggi l’articolo originale China: Voice Biometric Collection Threatens Privacy

Fonte: Human Rights Watch | di Desk

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL