Grindr: multa da 6,5 milioni di euro per violazione del GDPR

Il gestore dell’applicazione ha raccolto e ceduto informazioni sensibili, con modalità non conformi alla normativa europea.

L’indagine avviata lo scorso anno su Grindr da parte dell’autorità norvegese che si occupa di tutela della privacy è giunta a conclusione: la società statunitense che gestisce il servizio dovrà far fronte a una sanzione da 6,5 milioni di euro circa per aver violato le norme previste dal GDPR

Leggi l’articolo completo.

Fonte: Punto Informatico | di Cristiano Ghidotti

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL