Google, maxi multa Ue di 4,3 miliardi di euro per Android

La Commissione Ue ha staccato una nuova multa record a Google, la più alta mai comminata. Il colosso del web dovrà pagare 4,34 miliardi di euro per aver abusato della posizione dominante del suo sistema operativo Android.

Si ipotizzava che sarebbe stata pesante e il conto finale non delude le attese: la Commissione Ue ha staccato una nuova multa record a Google, la più alta mai comminata. Il colosso del web dovrà pagare 4,34 miliardi di euro per aver abusato della posizione dominante del suo sistema operativo Android. Alta sì, ma bisogna sempre tenere conto delle proporzioni: Google, stando ai ricavi del 2017, ci mette un paio di settimane a generare quel volume d’affari. Al gigante del Web, Bruxelles ha dato 90 giorni di tempo per mettere fine alle pratiche anti-concorrenziali: dal 2011 Google ha imposto “restrizioni illegali” ai produttori di apparecchi Android e operatori di telefonia mobile per consolidare la sua posizione dominante nel campo della ricerca web.

Una posizione alla quale la società americana ha replicato a stretto giro: “Android ha creato più scelta per tutti, non meno: un ecosistema fiorente, innovazione rapida e prezzi più bassi sono le caratteristiche classiche di una forte concorrenza. Faremo appello contro la decisione della Commissione”.
L’ammontare è stato confermato dall’Europa dopo le indiscrezioni delle agenzie internazionali, tra le quali Bloomberg. Una mossa che arriva in un momento tesissimo per i rapporti commerciali tra Usa ed Europa, con i dazi che incombono sulla crescita economica e il presidente Trump che definisce il Vecchio continente “nemico” degli States. Per altro, se non si adeguerà, l’azienda rischia di pagare una penale del 5% del fatturato di Alphabet, la casa madre.

L’anno scorso la Ue inflisse a Google una multa, già record, di 2,4 miliardi di euro per aver favorito il suo servizio di comparazione di prezzi Google Shopping a scapito degli altri competitor. Le indiscrezioni della mattinata, rilanciate dal Financial Times in apertura della sua edizione web, prendevano proprio come riferimento la sanzione per Google Shopping, il sistema di comparazione di prezzi che limitava la concorrenza degli altri attori del mercato, dicendo che sarebbe stata superata. Se confermata questa seconda sanzione, il conto a questo punto salirebbe a 6,7 miliardi.

Leggi l’articolo originale Pugno duro dell’Europa su Google: multa da 4,3 miliardi per Android

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL