Garanti privacy UE, posizione comune su consenso cookie

I garanti europei raggiungono una posizione condivisa riguardo i banner per il consenso ai cookie, che spesso risultano opachi per design.

I banner per il consenso ai cookie che utilizzano evidenti trucchi di progettazione per cercare di manipolare gli utenti del web e indurli ad accettare di fornire i loro dati per la pubblicità comportamentale, invece di dare alle persone una scelta libera e corretta per rifiutare questo tipo di tracciamento inquietante, stanno subendo una risposta collettiva da parte delle autorità per la protezione dei dati dell’Unione Europea.

Una task force di diverse autorità di protezione dei dati, guidata dal CNIL francese e dall’autorità austriaca, ha dedicato molti mesi a un lavoro congiunto di analisi dei cookie banner. In un rapporto pubblicato questa settimana hanno raggiunto un parere condiviso su come affrontare i reclami relativi a determinati tipi di modelli opachi di consenso per i cookie nelle rispettive giurisdizioni – uno sviluppo che sembra destinato a rendere più difficile la diffusione di design ingannevoli all’interno dell’UE.

La task force è stata convocata in risposta a centinaia di reclami strategici, presentati tra il 2021 e il 2022 dal gruppo europeo per i diritti alla privacy noyb, che ha sviluppato un proprio strumento per aiutare ad automatizzare l’analisi dei banner dei cookie dei siti web e generare rapporti e…

Leggi l’articolo completo (in inglese).

Fonte: TechCrunch | di Natasha Lomas

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL