Garante Privacy Ue preoccupato da Microsoft

Dubbi sulla conformità a norme protezione dati, prosegue l’inchiesta avviata in Olanda.

Il Garante europeo per la protezione dei dati (Gepd) ha espresso oggi “seria preoccupazione” in merito alla conformità alle norme Ue sulla protezione dei dati dei contratti stipulati da Microsoft con le istituzioni europee per la fornitura di prodotti e servizi. Lo si legge in una nota in cui il Garante parla dei risultati preliminari di una inchiesta, ancora in corso, avviata nell’aprile 2019 proprio su questo aspetto dei rapporti tra l’Ue e il gigante di Mountain View. Analoghe valutazioni del rischio sono state effettuate anche dal ministero della Giustizia e della sicurezza olandese e, secondo il Garante, confermano che “le autorità pubbliche degli Stati membri devono affrontare problemi simili”….

Fonte Ansa. Leggi l’articolo completo.

Fonte: Ansa

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL