Euro digitale, Lagarde: “Tutelerà la privacy ma non con pieno anonimato”

La Bce è al lavoro per definire le regole in materia, secondo il vice-presidente Dombrovskis una proposta legislativa arriverà nella prima metà del 2023.

L’Europa e l’euro al passo con la digitalizzazione. Tra i vertici delle istituzioni europee si continua a parlare di euro digitale e dei prossimi step in merito. Il vice-presidente della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis, parlando durante la conferenza congiunta tra Commissione Europea e Bce sul tema, ha sottolineato che la proposta legislativa sull’euro digitale arriverà nella prima metà del 2023. “Il nostro sistema monetario deve adattarsi alla digitalizzazione”, ha proseguito.

A intervenire all’inizio dell’evento anche la presidente del board di Francoforte, che ha fatto il punto sul lavoro che si sta portando avanti su progettazione e regole. “Tutelerà la privacy”, ha detto Christine Lagarde, “ma senza pieno anonimato come le banconote”. Dalla Germania, il ministro delle finanze, Christian Lindner ha precisato che “serve un dibattito pubblico su ogni aspetto” e che l’euro digitale dovrà…

Leggi l’articolo completo.

Fonte: MF Milano Finanza | di Rossella Savojardo

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL