Euro digitale in 5 anni. I nodi da sciogliere

Dalla privacy al ruolo delle banche fino alle questioni pratiche: ecco i nodi da sciogliere presto.

Possiamo ben dire che le banche centrali (e tra queste la Banca Centrale Europea) hanno levato le ancore. Una moneta digitale di banca centrale è oramai un’ipotesi di lavoro concreta e il tema non è più se si farà ma come si farà e quando sarà nelle nostre tasche virtuali.

Per l’euro digitale si parla di cinque anni. Un’enormità se si pensa che la Cina vorrebbe lanciare un progetto pilota già a partire dalle Olimpiadi invernali di Pechino e che la sfida delle big tech con le loro monete virtuali è sempre più prossima. Il rischio di arrivare tardi c’è ma la necessità di una gestazione così lunga si spiega per i molti aspetti ancora da mettere a punto. Si tratta di aspetti rilevanti da maneggiare con cura che potrebbero significativamente impattare il successo del progetto. Insomma, la fretta potrebbe essere nemica del bene…

Leggi l’articolo.

Fonte: Huffington Post | di Emilio Barucci

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL