Elezioni europee, allarme fake news su Facebook

L’azienda di Zuckerberg sta cancellando miliardi di account falsi, a seguito di un’ondata di fake news, disinformazione e discorsi di odio che hanno invaso i suoi social network.

Meno di tre anni fa, l’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, ha respinto come “folle” l’idea che le fake news sulla sua piattaforma avrebbero potuto influenzare l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti.

Oggi l’azienda ammette di essere sotto assedio da parte di miliardi di falsi account che cercano di usare i social network per vincere le elezioni, fare soldi o influenzare la gente in altri modi, e di combattere uno tsunami di notizie false, disinformazione e discorsi di odio.

Sconfiggerli è diventata una questione di sopravvivenza aziendale, e Facebook vuole che gli utenti e le autorità di regolamentazione sappiano che ha intensificato i suoi sforzi. Vuole inoltre che essi credano la sua politica stia cambiando.

Questa settimana, più di una decina di giornalisti si sono recati nella ”war room” di Dublino, una sala operativa simbolo di uno sforzo generale in vista delle elezioni europee: fino al 23 maggio e per diversi giorni successivi, circa 40 persone siederanno davanti uno schermo, per monitorare il ritmo delle conversazioni online cercando segnali di manipolazione, fake news o discorsi di odio. Essi sono supportati da una rete globale che comprende esperti di threat intelligence, data scientist, ricercatori e ingegneri.

Fanno parte del team anche madrelingua in tutte le 24 lingue ufficiali dell’UE, ha detto Lexi Sturdy, che è arrivato dagli Stati Uniti per gestire la protezione elettorale, dopo aver gestito un’operazione simile per le elezioni americane di mid-term.

La portata della sfida che Facebook si è trovata ad affrontare nel tentativo di eliminare “attori cattivi” dal sistema, è sconcertante. Richard Allan, vicepresidente della società per le politiche pubbliche, ha dichiarato che tra ottobre 2017 e novembre 2018 la società ha eliminato 2,8 miliardi di account falsi.

Oltre a questi account falsi, ci sono quelli reali che condividono notizie false, diffondendo intenzionalmente disinformazione o promuovendo discorsi di odio.

Vai qui per l’articolo completo.

Fonte: Guardian.com | di Emma Graham-Harrison

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL