Come difendere i dati personali sul telefono se viaggi negli USA

Se state per andare negli Stati Uniti – anche se siete cittadini americani – potrebbero chiedervi, all’arrivo, di sbloccare il telefono e di accedere ai dati del vostro computer. Il recente caso del dipendente della NASA, Sidd Bikkannavar, è solo l’ultimo di una serie.

Ma quali diritti ha un passeggero alla frontiera?

Innanzitutto dipende dallo status: i cittadini americani sono i più garantiti. Poi, a seguire, coloro che hanno una green card e, infine, i viaggiatori con visto

Anche se dal punto di vista legislativo rimane una zona grigia, le autorità di frontiera americane sostengono di avere il diritto di richiedere l’accesso a dispositivi privati come il telefono o il laptop anche in assenza di specifici sospetti. Non solo; spesso i dati vengono copiati per ulteriori analisi più approfondite in laboratori di informatica forense.

In caso di mancata cooperazione, al passeggero può essere vietato l’ingresso senza ulteriori spiegazioni.

Il consiglio che viene dagli esperti è quello di non arrivare alla frontiera con dispositivi contenenti dati personali sensibili, ma di cancellare la memoria dopo aver effettuato il backup prima di viaggiare. Sarà sempre possibile ripristinare i dati in seguito.

Leggi l’articolo originale Can they search my phone? A guide to your rights at the border

Fonte: CNN | di Masuma Ahuja

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL