Decreto di adeguamento al Gdpr, Privacy Italia in audizione al Senato. Le proposte del Presidente Barberio

Raffaele Barberio, presidente di Privacy Italia, è stato audito oggi dalla Commissione bicamerale speciale sugli atti di Governo, sullo schema di decreto di adeguamento della normativa nazionale al Gdpr. Ecco le sue 4 proposte per migliorare il testo.

Raffaele Barberio, presidente dell’associazione Privacy Italia, è stato audito oggi dalla Commissione bicamerale speciale sugli atti di Governo, sul testo dello schema di decreto di adeguamento della normativa nazionale al Gdpr.

Ecco le 4 proposte avanzate da Barberio per migliorare il testo:

  • “Cancellare la Data Retention a 72 mesi, caso unico nell’Ue, (in Russia è a 36 mesi)”.
  • “No alla Piattaforma digitale nazionale dei dati”
  • “Sì ai minori over 14 sui social network, perché già a 14 anni la legge consente di denunciare atti di bullismo e dare il consenso all’adozione in ambito familiare, e dunque sarebbe incoerente con le altre norme giuridiche non consentirli anche di iscriversi ai social a quell’età”.
  • “Trattamento illecito, sanzioni penali ‘per danno’ e non solo ‘per profitto’”.
Fonte: Key4biz | di Luigi Garofalo

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL