Data Protection, negli Usa al via consultazione per riforma regole

Avviata la consultazione pubblica da parte dell’NTIA per rafforzare le norme di tutela della privacy dei consumatori.

Gli Usa stanno cominciando a lavorare su nuove regole per rafforzare la privacy dei consumatori. Il Dipartimento nazionale delle Telecomunicazioni e dell’Informazione (Department of Commerce’s National Telecommunications and Information Administration-NTIA) ha avviato una consultazione pubblica per affrontare il tema della privacy dei consumatori. Lo scrive Telecompaper.com aggiungendo che l’agenzia ha fatto sapere che la sua proposta è “disegnata per fornire alti livelli di protezione agli individui, dando nel contempo alle organizzazioni certezze legali e flessibilità di innovare”.

Di seguito i punti salienti della consultazione dell’NTIA:

  • Le organizzazioni dovrebbero essere trasparenti sul modo in cui raccolgono i dati, su come li usano, li condividono e su come conservano le informazioni personali degli utenti.
  • Gli utenti dovrebbero essere in grado di esercitare il controllo sui dati personali che forniscono alle aziende.
  • La raccolta, l’utilizzo, la conservazione e la condivisione di dati personali dovrebbe essere ragionevolmente minimizzata in relazione ai rischi per la privacy.
  • Le organizzazioni dovrebbero utilizzare tuti gli strumenti per proteggere i dati che raccolgono, condividono e conservano.
  • Gli utenti dovrebbero essere messi in condizione di accedere e correggere i dati personali che hanno fornito.
  • Le organizzazioni dovrebbero prendere provvedimenti per evitare il rischio di fughe di dati e di utilizzi illegali dei dati personali degli utenti.
  • Le organizzazioni dovrebbero essere responsabili dell’utilizzo dei dati personali che sono stati raccolti, conservati o utilizzati per i loro sistemi.

Fonte Telecompaper.com. Leggi l’articolo US starts work on new consumer data protection rules

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL