Data Breach, la conta dei danni paese per paese

Secondo una recente indagine condotta negli Usa, Twitter è la società considerata meno affidabile dagli utenti per quanto riguarda la sicurezza. Nessuna azienda ha un metodo certo e sicuro al 100% per contrastare i furti di dati, che garantisca le imprese dal rischio data breach. Oltre al danno d’immagine e quelli di reputation, le aziende subiscono danni non secondari di carattere economico.

 

Secondo un report di IBM Security in collaborazione con Ponemon Institute, i costi maggiori si registrano negli Usa, con un prezzo medio per singolo incidente di 7,91 milioni di dollari. Il 25% dei data breach dipendono da errori umani e non sono causati da attacchi esterni derivanti da attività criminale.

Fonte: Statista.com

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL