Cittadinanza a punti sotto la scure del Garante Privacy

Il pericolo è che si creino profilazioni positive e negative dei cittadini. Il Garante per la privacy ha avviato tre istruttorie.

Che le pratiche virtuose ad opera di cittadini diligenti e sensibili debbano essere lodate è inopinabile. Ma come ogni modello basato su forme discriminatorie, nell’accezione originaria di separazione, esiste un forte rischio che a farne le spese siano i cittadini più vulnerabili. Il Garante per la privacy ha acceso i riflettori su tre particolari iniziative locali, avviando altrettante istruttorie di valutazione…

Leggi l’articolo completo.

 

Fonte: Consumatore.com | di Giulia Borraccino

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL