Cashback, il piano rischia di slittare a causa del virus

L’emergenza sanitaria potrebbe far slittare l’inizio del previsto cashback: la fase sperimentale sarebbe dovuta partire con il 1 dicembre.

Piano cashless pronto al decollo, la maggioranza giallorossa freme per avviare una delle riforme che da sempre considera più importanti ed a cui tiene maggiormente, col premier Conte pronto in ogni occasione a parlarne ed a esaltarla: in arrivo anche il “codice” (una chiave composta da 8 caratteri) per accedere alla incentivante lotteria premio.

Lo strumento di controllo dei conti degli italiani, venduto come innovativa introduzione con tanto di lotteria a premi, tuttavia, rischia di slittare, quantomeno la sua parte spacciata per più vantaggiosa, ovvero quella del “cashback“. La prevista restituzione di parte degli acquisti per i più ligi tra i contribuenti grazie alla compravendita mediante carte e app, prevista per l’ormai prossimo dicembre, rischia di saltare, ufficialmente a causa dell’emergenza Coronavirus. Come fare, infatti, ad invitare all’acquisto gli italiani se nel contempo vengono attuate le rigide misure restrittive previste per le zone arancioni e rosse?….

Leggi l’articolo completo.

 

Fonte: Il Giornale | di Federico Garau

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL