Artificial Intelligence Act, il consiglio chiede un’IA sicura che rispetti i diritti fondamentali

Il Consiglio ha raggiunto una posizione comune sull’Artificial Intelligence Act. L’obiettivo è garantire che i sistemi di IA immessi sul mercato dell’UE e utilizzati nell’Unione siano sicuri e rispettino il diritto vigente in materia di diritti fondamentali e i valori dell’Unione.

Il progetto di regolamento presentato dalla Commissione nell’aprile 2021 è un elemento chiave della politica dell’UE volta a promuovere lo sviluppo e l’adozione nel mercato unico di un’IA sicura e legale che rispetti i diritti fondamentali.

La proposta segue un approccio basato sul rischio e stabilisce un quadro giuridico orizzontale e uniforme per l’IA che mira a garantire la certezza del diritto.  Promuove gli investimenti e l’innovazione nell’IA, rafforza la governance e l’applicazione efficace della legislazione esistente in materia di diritti fondamentali e sicurezza e facilita lo sviluppo di un mercato unico per le applicazioni dell’IA. Va di pari passo con altre iniziative, tra cui il Piano coordinato sull’intelligenza artificiale che mira ad accelerare…

Leggi l’articolo completo (in inglese).

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL