Apple rimuove le VPN dallo Store cinese

Stupore e incredulità nella comunità informatica per la scelta di Apple di di rimuovere le app di navigazione sicura VPN dall’App Store in Cina dopo le pressioni del governo di Pechino.

I creatori di diversi servizi di reti private virtuali (VPN) hanno aspramente criticato la decisione di Apple di rimuovere i propri prodotti dall’App Store cinese.

Secondo quanto riportato dalla BBC, fino a 60 servizi di VPN sono stati cancellati dallo Store durante il fine settimana, impedendo agli utenti di poter scaricare le app di navigazione anonima che, in Cina, aiutano ad aggirare i blocchi e la censura.

Apple ha detto che la decisione e’ arrivata in seguito ad una richiesta legale di rimozione delle VPN perché non erano conformi alle nuove normative del governo cinese.
L’azienda di Cupertino ha rifiutato di confermare l’esatto numero di app ritirato aggiungendo che decine di applicazioni VPN legali sono ancora disponibili.

La Cina censura i contenuti ritenuti politicamente “sensibili” attraverso un sofisticato sistema di filtri che viene comunemente chiamato “il Grande Firewall”.

Le VPN consentono agli utenti di aggirare i filtri e di accedere a siti e servizi proibiti o vietati.

Leggi l’articolo originale Apple ‘pulls 60 VPNs from China App Store’

Fonte: BBC | di Tech desk

© 2017-2018 Associazione Privacy Italia - C.F. 91039930192 - P. Iva 01685370197 - Informativa Privacy

Con il sostegno di:

Fondazione di Sardegna Fondazione Cariplo
Positive SSL